Visit Citebite Deep link provided by Citebite
Close this shade
Source:  http://kelebek.splinder.com/post/19643313/








giovedì, 22 gennaio 2009

Maroni, le chiese, i musulmani, la Santanchè

Il ministro degli interni ha colto al balzo la preghiera islamica in piazza - a Milano, Bologna e altrove - per emanare una circolare che vieta le "manifestazioni davanti ai luoghi di culto".

Ora, molti si lamentano del fatto che la Chiesa non si sia lamentata della preghiera islamica. Infatti, l'unico a esprimersi in maniera fallacianamente netta è stato un povero vescovo di Lemellefa.

Quindi, come sottolinea Paniscus, lo scopo è quello di creare un tipico divieto inapplicabile - in che piazza italiana puoi andare senza trovarti davanti a qualche chiesa? - che proprio per questo potrà essere severamente applicato a discrezione.



A proposito, vi ricordate di Daniela Santanchè, socia del Billionaire assieme a Flavio Briatore e con sede patriotticamente stabilita nelle Isola Vergini?


L'onorevole Daniela Santanchè si apre al mercato politico

Daniela Santanchè si dimena anche lei per difendere i Sacri Luoghi di Culto della Cristianità:
"E’ per questo che chiedo al nostro Ministro di non abbassare la guardia, di operare con determinazione, di non lasciare il benché minimo spiraglio di manovra a questi estremisti e di stroncare quel fenomeno di predicatori improvvisati che approfittano di molte moschee e di queste situazioni per instillare odio e rancore."
Notate quella parolina "odio", che improvvisamente viene usata ovunque. Bisognerebbe scriverci un saggio. Ciò che un tempo si chiamava rabbia contro le ingiustizie diventa così una condizione patologica: solo un malato può essere insoddisfatto del più perfetto dei mondi.

Daniela Santanchè adesso dirige qualcosa che si chiama "Movimento per l'Italia - Daniela Santanchè" e gestisce il sito Destrablog Direzione Futuro - L'Italia nel Cuore (e il portafoglio nelle Isole Vergini) che in questi giorni è tutto un fiorire di bandiere israeliane.

Su quel blog c'è un meraviglioso pezzo di propaganda per lo stato sionista, firmato da un certo Maurizio Guarino, intitolato con grande originalità "Israele ha diritto di esistere".

Ora, le tecniche di PR del governo israeliano rendono accessibili gli strumenti di propaganda anche ai più deficienti. Solo che qui i pezzi sono montati come in certe incomprensibili catene di Sant'Antonio.

 L'onorevole Daniela Santanchè si appresta a fornire i propri servizi alla Chiesa






Just Foreign Policy Iraqi Death Estimator


powered by FreeFind