Visit Citebite Deep link provided by Citebite
Close this shade
Source:  http://www.corriere.it/esteri/14_agosto_13/hamas-ha-rotto-tregua-almeno-tre-razzi-israele-2637084e-2320-11e4-9eb4-50fb62fb3913.shtml
Milano, 13 agosto 2014 - 21:41

Razzi su Israele, la tregua vacilla
Ucciso a Gaza videoreporter italiano

Estesa l'intesa per il cessate il fuoco, ma continuano i lanci. Netanyahu ordina: «Colpite Gaza». I jet bombardano tre obiettivi. Sirene ad Ashquelon ed Eshkol

di Redazione Online

gli argomenti

shadow

La tregua tra Israele e Hamas è appesa a un filo. Nella serata di mercoledì, secondo fonti egiziane, i negoziati tra israeliani e palestinesi avrebbero partorito un accordo: altri 5 giorni di cessate il fuoco tra le fazioni contrapposte, come confermato dal ministro degli Esteri egiziano e da Azzam al-Ahmad, capo della delegazione palestinese per i colloqui indiretti in corso al Cairo. La nuova tregua, quindi, si dovrebbe estendere fino alla mezzanotte tra lunedì e martedì (le 23 di lunedì in Italia).

Bimba uccisa, rappresaglia di Israele

Nella notte, però, Hamas ha lanciato altri razzi sul territorio di Israele, uno dei quali ha mancato il bersaglio finendo su un'abitazione nella parte egiziana di Rafah, al sud della Striscia di Gaza: il missile ha colpito una casa uccidendo una bimba. Lo riferisce l'agenzia Mena. Altre due persone sono rimaste ferite: si tratterebbe di altri due bambini, secondo i testimoni.
Immediata la reazione di Gerusalemme: il premier israeliano, Benjamin Netanyahu, ha ordinato all'esercito di tornare a colpire la Striscia di Gaza, in risposta al lancio di razzi. Caccia israeliani hanno bombardato Gaza, colpendo quattro obiettivi, come hanno riferito fonti palestinesi. Il conflitto, scoppiato poco più di un mese fa, ha finora provocato la morte di 2 mila persone.

Lanci di razzi e immediati raid

Già prima dell'accordo sul cessate il fuoco, si erano rincorse voci ben differenti e azioni di guerra erano tornate a infiammare la Striscia di Gaza: le sirene sono tornate a suonare a Ashquelon (tre razzi sarebbero partiti da Gaza, con uno intercettato dalle batterie di difesa Iron Dome), mentre nel sud di Israele, nella zona di Eshkol, un razzo è caduto in una zona disabitata senza provocare vittime. Testimoni hanno denunciato nuovi raid israeliani, come rappresaglia ai lanci, che comunque Hamas si è affrettata a negare. Il tutto due ore prime la scadenza naturale della precedente tregua (l'accordo era di 72 ore e sarebbe scaduto alla mezzanotte di mercoledì, ora locale). Poi, il nuovo accordo e il prolungamento del "cessate il fuoco" nella martoriata Striscia, dove mercoledì ha perso la vita un videoreporter italiano, Simone Camilli, 35 anni, falciato dall'esplosione di una granata a Gaza

«Se Hamas sparerà risponderemo molto forte»

«Alla calma risponderemo con la calma. Ma se Hamas sparerà, il nostro contrattacco sarà molto forte», aveva dichiarato nel pomeriggio il ministro israeliano per gli Affari Strategici, Yuval Steinitz, in una conferenza stampa a Gerusalemme. «La smilitarizzazione di Gaza non è soltanto una precondizione per ogni vero sollievo per israeliani e abitanti di Gaza, ma è anche una precondizione per ogni accordo di pace futuro - ha sottolineato Steinitz -. Chi ancora spera in una soluzione con due stati dovrebbe premere per la smilitarizzazione di Gaza».

La telefonata di Obama

Una nota della Casa Bianca ha precisato che prima dell’accordo il presidente americano Barack Obama e il premier israeliano Benyamin Netanyahu avevano avuto un colloquio telefonico sull’«importanza di giungere ad un risultato sostenibile che garantisca la sicurezza di Israele e affronti la crisi umanitaria a Gaza».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
ti potrebbero interessare anche articoli correlati

gli argomenti